Tavolara. Recuperato esemplare di Caretta caretta

Recuperato questa mattina dai biologi dell’Amp di Tavolara un esemplare di Caretta caretta in evidente stato di difficoltà e spiaggiato nell’arenile del Pevero a Porto Cervo.
La Caretta caretta, di circa 55 cm di lunghezza, ha sicuramente ingerito una lenza da pesca (presente sia nella bocca che nella cloaca dell’animale) e  mostra evidenti traumi sul carapace, probabilmente causati dall’impatto con gli scogli.
In questo momento l’esemplare è in viaggio verso il CRES di Oristano dove sarà sottoposto a tutti i controlli e curato dai veterinari con apposite terapie.
Ricordiamo che i cetacei e le tartarughe marine sono le prime vittime delle plastiche e delle lenze da pesca abbandonate in mare dall’Uomo: un fenomeno che ogni anno porta alla sofferenza e spesso alla morte di tantissimi animali.
Il direttore dell’AMP di Tavolara Augusto Navone: ”Intraprendere e stimolare stili di vita più sostenibili e una attenzione maggiore alla gestione dei nostri rifiuti è una priorità fondamentale per il futuro del nostro pianeta e per proteggere la fauna marina”
Ringraziamo per la celere comunicazione il giardiniere del Pevero, sig. Alessandro Cuccu, la Capitaneria di Porto di Porto Cervo che ha ricevuto la segnalazione e ha tempestivamente allertato gli uffici dell’AMP di Tavolara e la BLON del Corpo Forestale per il supporto nelle attività di recupero dell’animale.
Questa operazione rientra all’interno delle attività della Rete regionale per la conservazione della fauna marina di cui l’AMP di Tavolara Punta Coda Cavallo è parte attiva e referente insieme alla Guardia Costiera al Corpo Forestale e alla Regione Autonoma della Sardegna.

Redazione

Gallura Live testata giornalistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *