Tempio, Covid, 53 casi. È allarme varianti.

Aumentano i casi di coronavirus a Tempio e il sindaco Gianni Addis,  scrive ai cittadini.

Cari concittadini, devo assolutamente richiamare la vostra attenzione sui numeri dei contagi in Città e sulla rapida diffusione del virus.

I positivi sono 53 di cui molti con variante inglese. I soggetti posti in quarantena obbligatoria sono 112.
I dati sono allarmanti, basti pensare che in soli 15 giorni siamo passati dall’avere 8 casi di positività a 53 accertati al momento, ma destinati ad aumentare nelle prossime ore secondo le informazioni in nostro possesso.

La presenza di varianti del virus ci deve preoccupare ancora di più perché, come ci è stato ripetutamente ricordato dagli esperti in ambito medico e scientifico, in questo caso il contagio e la diffusione sono più rapidi e colpiscono di più i giovani.
Inoltre il loro tracciamento richiede molto più tempo e pertanto, se non manteniamo comportamenti responsabili e prudenti, il rischio concreto e reale è quello di non riuscire a bloccare l’estendersi del contagio.

L’Istituto Superiore di Sanità sottolinea che la cosiddetta ‘variante inglese’ del virus Sars-CoV-2 ha una trasmissibilità di molto superiore rispetto ai ceppi non varianti, e raccomanda di adottare tutte le opportune misure di controllo, anche le più stringenti, per evitare pericolosi focolai.
Perciò, pur non volendo spaventare nessuno, vi esorto alla massima prudenza e a tenere ora più che mai comportamenti responsabili.

Ho sempre elogiato il comportamento dei miei concittadini che in tutto questo lungo periodo di sacrifici e rinunce, hanno davvero dimostrato di avere senso civico e di responsabilità.
Ora, però, risulta evidente che ci sia un calo di attenzione da parte di tutti, come dimostrano i numeri – destinati peraltro a crescere ancora – così alti dei contagi: di questo passo il periodo di chiusura si allungherà ben oltre le due settimane.

La campagna vaccinale sta andando avanti ma sono note a tutti le difficoltà nel reperimento dei vaccini e i lunghi tempi previsti per sua conclusione, perciò per combattere la diffusione del virus non abbiamo altre armi se non la prudenza e il rispetto delle regole.
Vi invito ancora una volta, per il bene di tutti, a rispettare i divieti e a continuare a rispettare rigorosamente tutte le misure di sicurezza e di protezione, prime fra tutte il distanziamento interpersonale, l’uso delle mascherine e l’igienizzazione frequente delle mani, nonché a ridurre allo stretto necessario gli spostamenti, unici strumenti di tutela per la salute di tutti.

📍📍Approfitto di questo comunicato per fare il punto sulle modalità organizzative delle operazioni di vaccinazione.

Il Comune non si occupa, né può farlo, dei soggetti fragili. Chi ritiene di rientrare in questa categoria deve mettersi in contatto con il proprio medico curante e non deve chiamare i numeri di telefono che il Comune ha messo a disposizione per le altre categorie di persone. Sarà poi il medico curante a comunicare al Servizio di Igiene Pubblica i nominativi dei pazienti da inserire nell’elenco dei soggetti fragili, pazienti che, quando arriverà il momento del loro turno, verranno chiamati dallo stesso Servizio di Igiene e non dal Comune.

Vi chiedo pertanto di non utilizzare le linee telefoniche dedicate alla formazione degli elenchi per la vaccinazione degli altri soggetti, perché in questo modo perdiamo tutti tempo prezioso che invece dobbiamo impiegare al meglio per procedere con la massima tempestività.

Il Sindaco
Gianni Addis

Redazione

Gallura Live testata giornalistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *