Si sono svolte con successo le “Giornate FAI di primavera” nel territorio di Aglientu

foto Cassandra Tamponi – Facebook

Il primo fine settimana di giugno il territorio di Aglientu è stato scelto dal FAI, fondo ambiente italiano, per lo svolgimento delle giornate di primavera, previste in tutta Italia a maggio e, posticipate nell’isola a questo week-end.
Sabato 5 l’attenzione è stata dedicata alla visita del Nuraghe Tuttusoni, in compagnia di una guida d’eccezione, l’archeologa Dott.ssa Angela Antona che ha spiegato l’importanza del monumento e l’ha contestualizzato nel territorio aglientese, importantissimo luogo di traffici commerciali.
Domenica 6, i visitatori non si sono fatti scoraggiare dalla pioggia per la visita della torre Spagnola di Vignola mare a cura dello storico Vasa; un valore aggiunto la passeggiata botanica nell’area SIC condotta dalla Prof.ssa Riccio specialista della materia, che ha intrattenuto i visitatori con spiegazioni lungo il sentiero che conduce alla torre.

A Sx l’Archeologa Angela Antona, a Dx l’Assessore alla cultura Addis


L’amministrazione comunale di Aglientu, presente all’inaugurazione delle giornate FAI è stata rappresentata dall’Assessore alla cultura Dott.ssa Francesca Addis: “siamo stati contattati dalla delegazione FAI di Tempio, qualche mese fa e siamo entusiasti che le giornate siano state così partecipate, ma soprattutto ringraziamo il FAI per aver promosso e fatto conoscere alcuni tra i nostri monumenti più importanti: il nuragheTuttusoni, ma soprattutto la torre di Vignola sono tra i simboli più conosciuti e rappresentativi del nostro territorio. Stiamo lavorando intensamente per far si che i nostri monumenti divengano fruibili, accessibili e soprattutto valorizzati come meritano. A nome di tutta l’amministrazione, ringrazio il FAI, la delegazione FAI di Tempio, nella persona del sig. Bionda per aver scelto Aglientu e, ringrazio gli specialisti che si sono messi a disposizione per aver messo a disposizione il loro sapere. Auspichiamo che nelle prossime manifestazioni altri monumenti aglientesi possano essere scelti del FAI.”

Redazione

Gallura Live testata giornalistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *