Il Consiglio Comunale ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

Il Comune di Olbia ha conferito questo pomeriggio, nel corso della seduta del Consiglio comunale la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, il militare caduto sul fronte durante la prima guerra mondiale e sepolto a Roma all’Altare della Patria al Vittoriano.

Ecco l’intervento dell’assessore Sabrina Serra con il quale ha illustrato l’iniziativa:

“Concedere la cittadinanza onoraria è un atto di straordinaria importanza per una comunità – ha detto l’assessore Serra. È un atto solenne adottato dal Consiglio comunale, la nostra massima istituzione in cui tutti i cittadini si possono identificare. Concedere la cittadinanza onoraria significa affermare che i valori che chi la riceve ha difeso e portato avanti nella sua esistenza sono i valori in cui crede tutta la comunità. Significa affermare che l’impegno e la dedizione profusa da chi riceve l’onorificenza hanno portato frutti buoni e permanenti per tutti. È con questo spirito che oggi celebriamo una ricorrenza straordinaria. Durante quest’anno l’Italia commemora il centenario della sepoltura del Milite Ignoto, simbolo di tutti i caduti di ogni tempo e luogo per la Patria.
Nel 1921 lo Stato italiano ha sepolto presso l’Altare della Patria, a Roma, un soldato ignoto caduto durante la guerra. Quella sepoltura rappresenta, per tutti noi, le migliaia di nostri connazionali che sono caduti durante le guerre, che sono dispersi, che hanno sacrificato la loro vita nell’adempimento del loro dovere per la difesa della Patria e dei suoi confini, per la difesa dell’intera comunità Nazionale.
Si tratta di un sacrificio che la nostra comunità regionale ha vissuto duramente sulla propria pelle durante la Prima guerra mondiale con la perdita delle vite di migliaia di giovani sardi sotto i colori gloriosi della Brigata “Sassari”; si tratta di un sacrificio che la comunità nazionale, le nostre forze armate e tutte le forze di polizia hanno vissuto e vivono ogni giorno, durante la lotta senza quartiere al terrorismo, alle mafie, e alla criminalità organizzata, e per garantire la sicurezza nelle nostre città e nei nostri quartieri. Anche il nostro Comune, ha ricevuto dal Comando Militare dell’Esercito della Sardegna l’invito ad aderire all’iniziativa di riconoscimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto nell’anno del suo centenario, un percorso che, attraversando tutti i Comuni d’Italia, farà diventare questo nostro sconosciuto fratello caduto per noi “Cittadino d’Italia”.
Il nostro Comune aderisce con entusiasmo e profonda consapevolezza civica a questa iniziativa, conferendo la sua massima onorificenza alla memoria di tanti nostri connazionali di ogni tempo che diedero la vita perché noi potessimo vivere oggi iberi, e per garantire questa preziosa libertà a tutte le future generazioni. Approvando questo provvedimento dichiariamo, a nome di tutti i nostri concittadini, di voler custodire questa memoria, questo prezioso patrimonio di idee e di valori che ci viene idealmente donato dalla sepoltura del Milite Ignoto. E’ una memoria che dobbiamo però custodire ogni giorno, praticando concretamente nella nostra vita i valori di generosità e patriottismo che ci consegna l’esempio del Milite Ignoto. Ricordando quei valori negli insegnamenti che trasmettiamo con le parole e con l’esempio ai nostri figli e alle giovani generazioni. Rendendo omaggio al Milite Ignoto affermiamo di riconoscerci nei valori della lotta per la libertà e per la democrazia, della fratellanza e della solidarietà, dell’unione di intenti e sacrifici nei momenti difficili del passato e di quelli che dovessero arrivare in futuro.

Rinnoviamo le promesse che sono state scambiate nelle trincee della guerra – ha concluso – e le rendiamo attuali, confermandole, per tutte le trincee della vita”.

Redazione

Gallura Live testata giornalistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *